Caso Regeni, Palazzotto: “L’Egitto è una minaccia per tutti, Draghi pretenda verità da al-Sisi”

Anche per Erasmo Palazzotto l’azzeramento del processo è una doccia fredda. Da presidente della commissione parlamentare di inchiesta sull’uccisione del ricercatore morto al Cairo, ha seguito passo dopo passo tutti gli sviluppi di una vicenda che si protrae dal gennaio 2016. Ieri la corte d’Assise ha deciso di stoppare il processo a carico degli 007 accusati del sequestro, della tortura e dell’uccisione di Regeni: “Non c’è la prova certa che fossero a conoscenza del procedimento”, scrivono i giudici.

Palazzotto: “Basta partitini. La sinistra oggi deve combattere dentro il Pd”

«Credo sia arrivato il momento di dire che non ha più senso la presenza di un soggetto autonomo della sinistra. Il rischio è che restino solo piccoli contenitori che non hanno altra funzione se non la testimonianza. O la sopravvivenza di pezzi di ceto politico in riserve indiane». Erasmo Palazzotto, 38 anni, deputato eletto con Leu nel 2018, ha lasciato Sinistra italiana dopo la nascita del governo Draghi, contro la scelta del partito di non votare la fiducia. Ora è un indipendente nel gruppo di Leu alla Camera. Perché mai è così tranchant? Dobbiamo prendere atto del fallimento dell’esperienza di…

Patrick Zaki a processo: cosa stiamo aspettando a renderlo cittadino italiano?

Oggi arriva una notizia inquietante: con l’approssimarsi della scadenza dei 24 mesi previsti dalle leggi egiziane sulla carcerazione preventiva Patrick Zaki va a processo e la prima udienza è prevista per domani 14 settembre. Quello che gli viene contestato è uno scritto del 2019 in difesa della minoranza copta, ma ad oggi non è dato […]

L’articolo Patrick Zaki a processo: cosa stiamo aspettando a renderlo cittadino italiano? proviene da Il Fatto Quotidiano.

Perché la foto della professoressa in abito da sposa non è un’immagine da cartolina

La foto di Carmela Santoro, la professoressa di matematica costretta a firmare il suo incarico annuale di docenza in abito da sposa, non è un’immagine da cartolina ma la rappresentazione iconica di umiliazioni e precariato nella scuola. Titolisti di giornali e commentatori social si sono come di consueto esercitati in interpretazioni romantico-paternalistiche, tanto da spingere […]

L’articolo Perché la foto della professoressa in abito da sposa non è un’immagine da cartolina proviene da Il Fatto Quotidiano.

Luca Ventre, ottenere giustizia spetta allo Stato: non lasciamo sola un’altra famiglia

Immobilizzato, bloccato a terra e crudelmente strangolato fino alla morte. Quattordici drammatici minuti di una violenta agonia che portano alla morte di Luca Ventre, cittadino italiano che cercava protezione all’interno della nostra Ambasciata a Montevideo e che da quel luogo che considerava sicuro n’è uscito esanime. Con tutta probabilità già privo di vita. L’aggressione e […]

L’articolo Luca Ventre, ottenere giustizia spetta allo Stato: non lasciamo sola un’altra famiglia proviene da Il Fatto Quotidiano.

Patrick Zaki compie trent’anni: trascorrerà il suo compleanno in carcere, senza colpe da espiare

Il compleanno dei trent’anni, e i trent’anni in generale, sono un momento di passaggio, un momento in cui alcune scelte sono state fatte e molte strade si sono aperte. Un fase in cui molti di noi si sono sentiti davvero liberi di scegliere quale intraprendere. Oggi Patrick Zaki compie trent’anni e trascorrerà il giorno del […]

L’articolo Patrick Zaki compie trent’anni: trascorrerà il suo compleanno in carcere, senza colpe da espiare proviene da Il Fatto Quotidiano.

Khaby Lame, se l’italiano più seguito sui social non è italiano

Nei giorni scorsi i media si sono molto occupati della storia di Khaby Lame, l’italiano più seguito sui social, così è stato raccontato. Con una bizzarra peculiarità: in realtà non è italiano. Si sono accorti di lui perché 65 milioni di follower non passano inosservati e l’hanno ritratto come un emblema dell’italico genio che a […]

L’articolo Khaby Lame, se l’italiano più seguito sui social non è italiano proviene da Il Fatto Quotidiano.

È facile condannare il giorno dopo. Ma li abbiamo fatti morire anche noi

Il mare aperto ha colori netti, marcati. Distingui un oggetto o un corpo che galleggia perché intorno ad esso puoi scorgere la linea definita tra il blu cobalto e il celeste, quella punta di azzurro cristallino che da profondità e dimensione e che fa un po’ meno paura perché sembra di toccare, sembra lontano dall’abisso. […]

L’articolo È facile condannare il giorno dopo. Ma li abbiamo fatti morire anche noi proviene da Il Fatto Quotidiano.

Con la cittadinanza a Patrick Zaki, l’Italia avrà uno strumento in più per seguire il suo caso

Il voto unanime al Senato, con cui oggi è stata approvata la mozione a firma Pd che impegna il governo ad attivarsi per il conferimento della cittadinanza a Zaki, è una buona notizia. Lo è perché dice forte e chiaro che Patrick deve essere cittadino italiano e questa volta è il nostro Parlamento a dirlo. […]

L’articolo Con la cittadinanza a Patrick Zaki, l’Italia avrà uno strumento in più per seguire il suo caso proviene da Il Fatto Quotidiano.